La Peperonata di Barbara

Questa peperonata è frutto della commistione tra due ricette: della prima, quella della mia mamma, ha preso la forma a rettangolo dei peperoni, rigorosamente gialli e rossi; della seconda, quella della nonna Maria, l’accortezza di sbucciare i peperoni. In comune, le due ricette hanno l’assenza totale di semini e la preparazione “a freddo” (entrambe sostengono che renda più digeribile il risultato).

Questa volta ho usato 6 peperoni grandi, ma si può fare anche con due peperoni, per una mini-porzione. Le dosi indicate qui sono x 6 peperoni grandi, per 4 persone. Sembrano tantissimi ma fidatevi, vanno in niente (come dice la nonna Maria).

INGREDIENTI

6 peperoni gialli e rossi

1 cipolla rossa grande

200-250 grammi di passata di pomodoro

1 cucchiaio di zucchero (meglio se di canna bio)

olio evo qb (io ne metto almeno 150 ml, ma le dosi di grasso sono scelte private)

2 bicchieri di acqua (o brodo)

Sale

pepe qb

11106342_10152784751873017_1398807223_nPer prima cosa taglio la cipolla a cubetti e la metto in una pentola alta con l’olio. Poi lavo i peperoni e mi armo di santa pazienza per sbucciarli con il pelapatate (vedi foto). Io uso quello delle patate, dicono che c’è quello apposta zigrinato, ma io mi trovo benissimo anche con questo.

Ora, dipende da quanto tempo avete, io sono certosina e li sbuccio tutti: se serve taglio anche le falde (vedi foto) x arrivare meglio nell’interno delle pieghe. Se non ho tempo, sbuccio fino a dove arrivo. Poi apro i peperoni, elimino bianco e semi, e li taglio a rettangoli senza curarmi delle dimensioni, perché mi piace che si senta un po’ di consistenza alla fine. Come regola di base più li tagliate piccoli, meno si sentiranno sotto i denti (la nonna Maria li taglia a striscioline, e alla fine ottiene quasi una salsa).

 

 

11117823_10152784752018017_2021437423_nMetto tutto nella pentola, accendo il fuoco bello vivace e faccio prendere un po’ di calore e colore ai peperoni, così la salsa avrà un buon sapore di tostato, come i peperoni al forno). Aggiungo la passata e mescolo, poi sale e pepe. Poi verso acqua o brodo freddi; chiudo con coperchio, abbasso la fiamma e faccio cuocere per ALMENO un’ora e mezza (meglio se due ore) mescolando ogni tanto e controllando se si asciuga troppo. Quando manca mezz’ora tolgo il coperchio e faccio asciugare un po’. Verso la fine aggiusto di sale, La nonna Maria la fa andare tutto il pomeriggio, ma io non sono in pensione come lei e mi sembra che il risultato sia comunque buono.

 

 

 

 

peperonata BarbaraSe resta troppo liquida, alzo il fuoco e faccio ridurre, mescolando spesso. Se avete già la vostra ricetta provate una volta a farla sbucciando i peperoni, io non sono più riuscita a tornare indietro!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *